Cosa ti serve? Scrivilo qui

Brevissimo articolo, ma molto importante, io credo, per le tue possibilità di guadagnare online (SE ti interessa guadagnare online…)

Leggi di che si tratta.

Cosa ti serve per guadagnare online che non hai ancora trovato?

Se stai leggendo questo blog, posso ipotizzare queste cose:

  • ti interessa capire come guadagnare online o usare Internet per il tuo business (io credo più la prima che la seconda, ma posso sbagliarmi).
  • probabilmente, non hai ancora trovato quello che cerchi.

Lo dico perchè i numeri dimostrano che su 100 persone che si interessano a come guadagnare online forse 7 ce la fanno e probabilmente solo una guadagna veramente bene. (fonte: mia pancia, ma non credo di essere lontano dal vero).

Un’ultima cosa che discende dall’ipotesi precedente è che che io abbia fallito nel mio intento: non ti ho dato le informazioni che ti servono o nel modo che ti serve… insomma non ti ho aiutato come avrei voluto quando, 5 anni fa, ho iniziato questo blog.

E quindi?

E quindi ti chiedo di rispondere alle 2 domande che trovi qui sotto, così vedo come fare per aiutarti meglio, di più o finalmente (perchè è quello che voglio):

  1. Cosa stai cercando riguardo al guadagno online o al marketing online e non stai trovando da nessuna parte?
  2. Se sei disposto a spendere per imparare, cosa vorresti imparare? Oppure quali servizi vorresti acquistare?

Scrivi le tue risposte qui sotto come commento (scrivi quanto vuoi)

This entry was posted in Editoriale, Marco De Veglia. Bookmark the permalink.

20 Responses to Cosa ti serve? Scrivilo qui

  1. giorgio says:

    ciao marco, io è da un po che vi seguo e seguo l’internet marketing..inazittutto mi preme dire, se posso che seconodo me ce ne uno solo di veramente geniale che ha capito come fare soldi e come insegnarlo agli altri…diciamo il mio guru del guadagno ( e non è di certo italo cillo come dicono molti )
    Parlo di valerio conti..grazie ai suoi consigli e ai suoi prodotti ora ho le idee chiare sul come fare soldi !!!!
    il problema…e qua fidati …. è un solo : trovare la giusta nicchia di mercato. se si trova quella allora hai fatto bingo….. e ci tengo a dire che molte volte sono le cose semplici che funzionano (ci sono sempre un sacco di corsi che ti insegnano a fare una certa cosa a livello super professionale, e magari non ce ne sono invece di piu semplice…esempio che vi porto…un corso per photoshop che duri 30 minuti…non ce ne sono..ce ne sono moltissimi di ore e ore anche gratuiti, ma secondo voi, uno che deve per esempio fare un semplice volantino guardera un tutoriald i 5 ore su photoshop??tante volte le persone cercano cose veloci che non gli faccia perdere tempo)
    cmq il prblema rimane : come trovare IN MANIERA SCIENTIFICA la nicchia di mercato profittevole??

    complimenti ancora a tutto lo staff internet money italia.. a presto

    • valerio says:

      Ciao Giorgio, grazie per tutto. Io sono esattamente una persona normalissima come te, e l’unica mia preoccupazione è portare all’eccellenza le mie conoscenze per aiutare quante piu persone possibili i questa delicata area di competenza. Questo è il minimo che posso fare. Riguardo al cruciale problema dell ‘ IM, non è neanche la nicchia… LA GRANDE DOMANDA che tutti si fanno è

      “come posso testare nel modo piu veloce possibile una nicchia con la certezza che ci farò soldi già domani?”

      …ancora piu cruciale del trovare la nicchia è … imparare a testarla scientificamente. E su questo mi piacerebbe che marco dicesse la sua. Un saluto affettuoso 🙂

      • giorgio says:

        Si in effetti valerio , hai ragione il punto è:

        “come posso testare nel modo piu veloce possibile una nicchia con la certezza che ci farò soldi già domani?”

        si potrebbe fare qualcosa sul testare una nicchia senza usare adwords…ci sono molti siti che con un investimento minimo ti permettono di avere della pubblicita alla tua pagina….piu che altre perche adwords non è facile da gestire per uno che non è esperto…..

        alcuni metodi li spiega alessandro vignolo sul suo prodotto – traffico express – potreste fare una raccolta di tutti i metodi e siti che permettono abbastanza velocemente (lo so,, mai velocemente come potresti fare con adwords) di testare se una nicchia è profittevole..(una cosa tipo no adwords di google di m.f che mi piacerebbe molto leggere ma costa troppo)

  2. Aljoscia says:

    ciao, io te ne dico due (valgono per entrambe le domande), oltre alla nicchia di mercato, le partnership. Penso di aver trovato un paio di buone nicchie di mercato, ma non ho nessuna conoscenza su questi argomenti e pertanto sto cercando di trovare un partner che crei gli infoprodotti da rivendere sul mercato, sembra una cosa semplice ma non lo è per niente, sopratutto se non hai un amico esperto di quell’argomento…

  3. Diego says:

    Ciao Marco,
    anche io ti seguo, anche se in silenzio, da un po’. Circa tre anni.
    Da quando ho iniziato ad interessarmi al guadagno online ti ho trovato quasi subito.
    Rispondo alle tue domande:
    Vorrei trovare, non pagando migliaia di euro possibilmente, materiale riguardo il come scrivere pagine di vendita (si dice copywriting esatto?).
    E anche come verificare se una nicchia di mercato è profittevole (ricerca di mercato).
    Ho già comprato del materiale che spiega il marketing (anch’io da Valerio Conti).
    Anche se è molto tempo che sto studiando non ho ancora fatto nulla, ho iniziato solo questo mese per davvero.

    Ti faccio i complimenti e ti ringrazio per le numerose informazioni gratuite che mi hai già fornito.

  4. alberto says:

    Ciao ! complimenti sul tuo blog e su tutte le informazioni che offri !
    Per quanto riguarda la prima domanda, sto cercando prodotti da rivendere per iniziare, senza avere costi di magazzino , gestione , ecc. Anche se orami mai si trova quasi di tutto su internet, quasi…. Sull’infomarketing, sarebbe Bello davvero VEDERE qualcosa di pratico, per capire i meccanismi , non solo leggendo , ma anche vederlo fare da terzi. Aiuterebbe molto a carpirne i meccanismi. Dalla teoria alla pratica.
    Per la seconda invece, ci vorrebbe una guida o più guidi step by step, aiuterebbero a sbloccare alcune insicurezze di persone ( me medesimo ) pronte e vogliose di guadagnare, vivere con internet ma non hanno ancora il coraggio di buttarsi.

  5. Giuseppe says:

    Valerio Conti se non erro viene da Cerchia ristretta di Italo Cillo quindi se è bravo è anche merito Di Italo Cillo 🙂
    Rispondendo alle domande a mio parere che con la marea di informazione credo bisognerebbe raccogliere tutta in un unico posto in maniera organizzata,in continuo aggiornamento essendo molteplici gli aspetti per fare business online seriamente,questo per crearsi dei punti di riferimento nel tempo.
    Da quello che vedo molti finiscono a comprare infoprodotti da uno, poi dall’altro.”Studenti” delle stesse fonti che dicono cose simili che fanno testimonianze (affiliazioni) tra i loro infoprodotti e non tra clienti reali , che non mettono in pratica ciò che imparano ma vogliono direttamente insegnarlo ad altri con linguaggio sensazionalistico come segreti,pagine killer e quant’altro che più che web marketing sembrano le telepromozioni di wanna marchi! che danneggiano chi si approccia per la prima volta e non ha riferimenti concreti.
    Le informazioni anche adattate al mercato italiano ci sono anche se non sono moltissime credo che solo una piccola percentuale le mette in pratica ed è questo il secondo punto credo che la maggior parte delle persone non mette in pratica non agisce,o si scoraggia.
    Un tutor online , a cui rivolgersi, sarebbe molto interessante, in modo ragionevole, “umano” non solo sfornando pseudo guru inaccessibili economicamente.
    Concludo ringraziandoti per le informazioni che metti a disposizione,insieme a Marsala,Cillo e pochi altri esempi concreti da seguire… un altro tuo fan che ti segue in silenzio 🙂

    • valerio says:

      ciao giuseppe. Si da Italo ho imparato molto, non solo col marketing, soprattutto quando ho iniziato, poi però ho voluto sapere di più e siccome sono un tipo che va a fondo in genere scendo nei livelli di conoscenza. Dunque ho scoperto tutti i mentori di Italo, e anche di tutti gli altri marketer italiani e mi sono studiato tutti i loro percorsi di formazione, e poi sono sceso in un livello ulteriore, accedendo alle conoscenze di altri esperti ancora più avanzati dei guru, e che “ufficialmente” non esistono ma agicono nell’ombra per migliorare questo nostro mondo, così confuso e precario. E il risultato di tutto questo è che adesso ho elaborato alcune cose che la gente deve assolutamente sapere

  6. imimaster says:

    Grazie per i commenti, già ottimi spunti e grazie per le belle parole su di me. Terrò su questa survey un po’ di giorni per raccogliere abbastanza risposte, ma già voi ne avete date tante interessanti.

  7. Anonio says:

    Ciao a tutti !!!
    Io vi dico l’importante è provarci e agire subito ,io mi sono approcciato a questo mondo circa sei mesi fa , malgrado la mia precaria condizione economica ho comunque investito dei soldi in vari corsi o membership .
    Gli strumenti ci sono anche gratuiti (finchè non decolli !!) . Aprire un Blog ,usare un autoresponder provare adwords sono cose che una volta acquisiti i rudimenti li puoi mettere in campo per testare i mercati .
    Il web è come la frontiera del West Americano sterminata !! A volte ci appare limitata un po per le nostre deformazioni mentali un po perchè Google ci costruisce piano piano intorno una bolla monitorando le nostre ricerche e i nostri moimenti sul Web , è il Web 2.0 da una parte un problema per la nostra privacy dall’altra una miniera d’oro per gli Info Marketers ,dipende da che parte vuoi stare .

    Ciao Marco , ciao Valerio , Ciao a Tutti .

  8. Stefan says:

    Io voglio una partnership, imparare e dividere i guadagni… Auto pagarmi così il corso… Un sistema a livelli di punti dove se dimostri l’efficacia di quello che impari sali con la formazione… Un pó come la formazione a Basso costo ma di altissimo livello che si fa nel MML … Credo che pochi autori vorrebbero stringere migliaia di partnership e stendersi a macchia d’olio su migliaia di nicchie… Qualcuno offrirà questo approccio e io saró lì a investire nel primo starter kit!! Grazie Marco !!

  9. Renato says:

    Caro Marco,
    sono in attesa della tua risposta che spero giunga rapida e concretamente capace di far decollare le mie azioni.

    Un caro augurio di buon lavoro e tanti ringraziamenti!

  10. Renato says:

    Ho lasciato una chiara descrizione di ciò che mi serve rispondendo alle due domande della tua recente indagine. Si sono perse nel cyberspazio oppure ho commesso qualche errore?

  11. Maurizio says:

    Secondo me la questione è molto semplice.. il problema è che non tutti hanno quelle capacità imprenditoriali che sono indispensabili per poter guadagnare con un’attività che sia online oppure offline.. molti anzi moltissimi pensano che sia sufficiente trovare una nicchia di mercato che si presume profittevole, mettere su un sito web, blog o quel che sia per vendere un infoprodotto o altro e dedicare un po di tempo allo studio delle tante tecniche di web marketing che si trovano in giro sulla rete. L’errore comune è considerare il web come una sorta di tesoretto nascosto per il quale dobbiamo solo preoccuparci di trovare la giusta chiave per aprirne il lucchetto! ma il web è solo un canale per raggiungere il nostro target… quindi solo una parte del tutto! Se si vuole guadagnare con internet bisogna mettersi nell’ottica di un imprenditore che per iniziare un’attività deve innanzitutto realizzare un business plan per scoprire se la propria idea sia fattibile e sostenibile economicamente a lungo termine, invece spesso si tenta semplicemente di emulare chi ha già avuto successo in passato dimenticando questa regola fondamentale e soprattutto senza considerare che non si può far bene tutto da soli e che spesso è necessario investire tantissimo tempo prima di riuscire a monetizzare con un sito web, ma non tutti sono disposti ad aspettare anni prima di ottenere un qualche risultato economico, si vuole tutto e subito! e quindi non si è disposti a rischiare veramente, si preferisce tentare sperando di avere fortuna, ma la fortuna non esiste, esiste solo la volontà di realizzare qualcosa in cui si crede sulla base di una serie analisi di mercato sintetizzata nel business plan!
    In definitiva il mio consiglio per chi vuole iniziare un’attività online sia pure solo vendere un infoprodotto è quello di capire se c’è davvero un mercato che possa essere interessato al nostro prodotto e quali sono le sue reali dimensioni e potenzialità di crescita nel futuro.

    Maurizio
    http://it.linkedin.com/in/mauriziocarcaterra

  12. Simone says:

    Ciao a tutti. Confermo anch’io quello che forse è già stato detto da altri.

    1. Un metodo rapido ed efficace per individuare una nicchia
    +
    2. un metodo rapido ed efficace per generare contenuti utili per quella nicchia

    Ciao ragazzi, continuate così!

  13. gianluca says:

    Ciao Marco, mi unisco a complimenti perchè pure io ti seguo da un pochetto ;).
    Concordo con le domande fatte sopra, un primo obiettivo può essere quello di saper testare, in modo adeguato, l’eventuale nicchia di mercato. Di investimenti in corsi tutto sommato ne ho fatti abbastanza e credo da persone giuste che ovviamente seguivo da tempo.
    Cosa manca ? l’ho detto in altre occasioni, manca la possibilità di un tutor che almeno nei primi passi ti segua e che ci debba essere un minimo di costo per il suo apporto ci stà, però che sia una cosa congrua. Perchè altrimenti si finisce sempre con l’acquistare dei corsi, anche validi, ma che poi non riescono ad accendere la miccia.

    Un altro aspetto è la gestione diciamo delle entrate. O uno è già imprenditore oppure non se ne fa nulla. Perchè un dipendente di qualche realtà può anche metterci tutto l’impegno che vuole per implementare qualcosa ma quando poi arriva al dunque, ad esempio vendendo info prodotti perchè è li che vuol tentare, “cade l’asino” perchè non è “in regola”. E sto poveretto non credo aprirà MAI una partita iva solo per provare una nicchia vendendo info prodotti.

  14. Graziano says:

    Ciao,io penso che in Italia dal punto di vista della formazione c’è abbastanza,corsi,membership,consulenze etc. che insegnano un po’ tutto,da come realizzare un infoprodotto a come promuoverlo..e non si è sempre da soli perchè sempre più spesso stanno nascendo community private dove potersi confrontare con gli altri, sia marketer che non,e questo penso sia straordinario e un grande passo avanti perchè non abbiamo più un infoprodotto statico ma un area ricca di contenuti in continuo aggiornamento e persone reali con cui poter parlare.Per quanto riguarda le informazioni di base sull’internet marketing bene o male le conosciamo tutti,anche perchè se ne parla molto sul web in modo gratuito.Piuttosto mi piace molto questa iniziativa di chiedere alle persone ciò che vorrebbero,l’ho già visto fare e credo sia una grande cosa.
    Una cosa che manca,più che sul come trovare una nicchia profittevole, è proprio del materiale già pronto da vendere in varie nicchie di mercato.Se andate a vedere come lavorano in america è tutto diverso che da noi.Loro offrono membership con una marea di materiale rivendibile e aggiornato mese per mese,offrono blog già pronti etc.
    Qui c’è ben poco,giusto qualcosa che offre diritti di rivendita e marchio privato aggiornati mese per mese,in varie nicchie e comunque non più di un infoprodotto al mese.
    Vedo che ci sono persone che hanno capito come funzionano le cose nel marketing e vorrebbero qualcosa da vendere direttamente.Allo stesso tempo penso ci siano persone con particolari competenze in una nicchia che vorrebbero fare business online ma non sanno come e vorrebbero affidarsi ad un esperto.Infatti ci sono gli editori che lavorano bene.
    Ma non sarebbe interessante secondo voi fare come gli americani e creare una membership con autori che creano specifici prodotti e persone iscritte che li rivendano?e magari che si insegni ad utilizzare correttamente i diritti di rivendita e marchio privato per competere con la concorrenza che vende gli stessi prodotti?
    Pensate sia impossibile fare una cosa del genere?

    Ecco io penso che in Italia al momento non ci siano molte novità,solo molti corsi e poche idee innovative.Giusto qualcuno ogni tanto tira fuori qualcosa importandolo dall’america e a noi sembra cosi tanto spettacolare,quando per gli americani è un qulcosa di normale e utilizzato da anni.
    Poi chissà magari le idee ci sono,io stesso ne ho ma a volte non si sa come implementarle nella pratica,ma credo sia solo questione di tempo.
    Graziano

  15. claudio says:

    Ciao Marco, innanzitutto complimenti ..

    poi una domanda: cosa ne pensi del mercato “mobile”? E delle applicazioni android?

  16. Morc says:

    Ciao Marco, sito molto interessante. Complimenti per il lavoro che svolgi.

    Sto cercando in rete, ma con scarsi risultati, notizie e pareri su Ipernetwork.net…
    Io non ne sono molto convinto, mi sembra la solita “catena”, ma se senti “loro”, lo escludono categoricamente dicendo che si tratta di Smart Marketing…
    Vista la mia ignoranza in materia e la tua conoscenza, ne sai qualcosa? Che ne pensi?

  17. infomax says:

    Lascia perdere Ipernetwork. Ho avuto modo di andare ad una loro riunione ed è un sistema multi-level che puzza di fregatura… Più che di Network Marketing assomiglia ad uno schema di Ponzi, dove non si vende nulla o quasi, ma si fanno entrare persone sotto di sè per guadagnare su di loro…

Scrivi il tuo commento, mi interessa!