1 – Vuoi fare l’Agente di Commercio Online?

Fare l’Agente di Commercio Online

Il primo metodo per guadagnare online corrisponde al ruolo di un agente di commercio: sei una persona che ha da vendere dei prodotti di terzi e il tuo compito è contattare potenziali clienti. Se vendi ricevi una commissione.

Succede la stessa cosa anche su Internet, anche se non devi andare in giro con l’auto per la tua regione con il campionario e la copia commissioni.

Il tuo modo di contattare potenziali clienti per la società di cui hai la “rappresentanza online” è generare traffico sul tuo sito.

Tu generi traffico sul tuo sito, un visitatore arriva e decide di “ordinare” il prodotto di cui tu sei agente.

Come fa a ordinare? Cliccando su un link “codificato”.

Diciamo che, continuando la metafora, che puoi essere agente plurimandatario, agente monomandatario oppure venditore di spazi pubblicitari.

Agente plurimandatario Online: Affiliazioni

Un agente plurimandatario online ha un sito (o più siti) con link codificati con un codice affiliato. Quindi promuove molteplici prodotti, anche se sempre correlati al tema del suo sito.

Ma naturalmente può avere N siti con N temi e quindi avere moltissimi prodotti da promuovere.

E’ il metodo dell’affiliato che promuove con un link codificato i prodotti che preferisce: perché li considera migliori, oppure perché le commissioni sono più alte, o per entrambi i motivi.

E come un agente plurimandatario, può anche decidere di cambiare il prodotto che pubblicizza collegato a un link: fuori uno, dentro un altro. Non c’è necessariamente fedeltà a un prodotto tranne che quando l’affiliato “ci mette la faccia” raccomandando un prodotto perchè ci crede.

Con le affiliazioni praticamente monetizzi i consigli che dai a chi legge il tuo sito o blog: quanto più sei credibile e autorevole, tanto meglio funzionerà questa tecnica.

Agente monomandatario Online: Dropshipping

Un agente monomandatario online ha un sito nel quale promuove un solo prodotto. Si comporta quindi come un “distributore virtuale” per quel prodotto, proponendosi come interfaccia tra il produttore e l’acquirente.

Quindi non si tratta di avere un proprio sito con semplici link, ma piuttosto di realizzare un intero sito focalizzato per quello specifico prodotto (o prodotti). Per l’acquirente online, il sito è quello del produttore, anche se in realtà si tratta sempre di un “agente di commercio online”.

In questo modo è, per esempio, possibile vendere prodotti stranieri in Italia, creando un sito in italiano che porta il cliente fino all’ordine, che poi viene gestito dal reale produttore che magari sta in USA, UK o Thailandia.

Questo è il metodo chiamato “dropshipping” in cui tu ti occupi di tutto il frontend (il sito che si vede, il customer service) e il produttore si occupa di tutto il backend (acquisizione ordini, pagamento, spedizione), pagandoti poi una commissione (come succede per gli affiliati).

Venditore di spazi pubblicitari Online: Adsense

Il terzo modello di agente di commercio Online è relativo agli spazi pubblicitari. Specificamente degli spazi pubblicitari di Adwords, tramite il circuito Adsense.

Immagina che tu hai un sito, quindi hai degli “spazi pubblicitari online”, le tue pagine. Con Adsense puoi vendere questi spazi agli inserzionisti Adwords (quelli che acquistano gli annunci Adwords su Google).

Un sistema computerizzato di Google poi analizza il contenuto della tua pagina e mostra gli annunci piu’ appropriati. Se la pagina del tuo sito parla di “Borsa” verranno mostrati annunci Adwords di aziende finanziarie.

Come guadagni tu che hai il sito? Ogni click su un annuncio fa pagare all’inserzionista (l’azienda finanziaria in questo caso), un tot numero di centesimi o anche di Euro (a seconda della competitività del mercato in questione). Questi soldi vengono divisi tra Google e il possessore del sito (tu, in questo caso) dove l’annuncio è stato cliccato.

Questo è veramente un modo molto semplice (non devi vendere nulla, basta che metti un codice sul tuo sito) per creare Internet Money. Chiaramente hai bisogno di tantissimi click e quindi di tantissimo traffico affinché i guadagni siano interessanti (perchè guadagni pochi centesimi per click).

Internet Money Italia usa sia la tecnica delle affiliazioni che quella di Adsense per creare Internet Money dai visitatori che riceve.

10 Responses to 1 – Vuoi fare l’Agente di Commercio Online?

  1. fatima says:

    Salve,
    desidero fare l’agente di commercio online, conosce qualche azienda seria, che paghi le provviggioni.
    Cordialità
    Fatima

  2. Umberto says:

    Ciao Marco sto imparando da qualche mese le tecniche del marketing on line e mi sto facendo un’opinione generale.
    Di questi 3 sistemi che affronti nell’articolo, rapportando i possibili introiti ed il tempo da dedicarci, quale reputi il migliore?
    A mio parere – ma parlo da profano – il dropshipping è al numero 1, le affiliazioni al 2 e adsense al 3.
    Condividi anche tu?
    Ovviamente faccio riferimento alla realtà italiana e non a quella americana che è sicuramente diversa.

    • imimaster says:

      Secondo me al primo posto ci va’ l’infomarketing, ovvero creare prodotti informativi venduti in formato digitale online, o come autore o come editore. Dropshipping puo’ essere, ma ha i limiti dei prodotti fisici (consegne, resi, rotture di palle). Le affiliazioni in Italia funzionano poco e male. Adsense richiede che tu sia un drago sul traffico, altrimenti guadagni 1 euro al mese.

  3. Meri says:

    Potrei scrivere sia in italiano che in inglese, ma mi trovo più a mio agio in inglese. From the looks of your blog you seem well versed in English, so I hope you don’t mind.

    Briefly, I am a dual citizen USA/Italy living near Sorrento I make my living as a painter along with my husband who is also a painter. The reason I ran into your blog was because I googled “vendere online negli USA” . At the moment I am doing alot of research on the net regarding setting up websites for the sale of our paintings. For the moment I am interested in this, though I believe in the future I might also be interested in doing the same thing for other Italian artists , craftsmen and galleries; many of whom do wish to sell online but lack the necessary language and compputer skills.

    Now my immediate problem is that which regards my dual citizenship and access to both Italy and the USA; I have bank accounts in both countries. I don’t know if I should be hosted by an Italian firm or a US firm because I seem to feel that down the line this will be important since I have to choose a shopping cart to process credit cards and payments and be able to easily ship anywhere. There is alot more I could say now but I don’t want to take advantage of your time – I hope my particular situation can arouse your professional curiosity and can expect to engage you in an ongoing conversation. But if this is not the case would you be so kind as to direct me to someone who could provide me with some guidance?

    For example, do I need a Partita IVA, just to start selling online based in Italy or not? What is needed here to be able to process credit cards and set up an online shop? You see for the most part we have always sold directly to galleries over the years, but now I wish to be more independent and have more chances of selling our work. And if this should go well I would like to enlarge and include products such as crafts and local products which can be found in this area.

    Okay now I can say something in Italian as well – spero di avere una sua gentile risposta al più presto, grazie!

  4. Marino says:

    Sono interessato ad avviare un’attività di agente di commercio online, vorrei sapere quali sono gli adempimenti burocratici (autorizzazioni per il sito ad operare in tal senso? il/i produttori che si affidano devono dare un mandato “classico” e quindi l’agente online deve essere iscritto (cciaa, enasarco, inps…) esattamente come un agente tradizionale?
    Qualcuno saprebbe indicarmi una fonte per acquisire queste informazioni?
    Grazie

    • imimaster says:

      L’ho chiamato “agente di commercio online”, ma non e’ un vero agente di commercio e non c’e’ Enasarco o altri adempimenti burocratici. Puoi farlo senza alcuna burocrazia: devi avere un sito, creare traffico, trovare prodotti da promuovere e incassare (in genere automaticamente) le commissioni. Come vedi e’ tutto piuttosto semplice. Tuttavia alcuni di questi passi sono tutt’altro che facili.

  5. fiorenzo says:

    Salve a tutti io sono un rappresentante e cerco efventuali collaboratori per promuovere bed and breakfast e atro..chi vuole collaborare con me on line?

  6. Giacomo says:

    Ciao Marco, mi riallaccio al comento di Marino, relativo ai compensi ricevuti on line. Ho capito che non c’è bisogno di mandati o iscrizioni Enasarco. Ma i compensi ricevuti a che titolo sono incassati? Bisogna emettere fatturazione? Quale contabilità bisogna seguire ? Questo tipo di figura commerciale è un libero professionista o quale altra categoria viene qualificato?

    • Marco De Veglia says:

      Non ne ho la minima idea Giacomo. Il titolo era una metafora per far capire cosa si puo’ fare online. Sostanzialmente su Internet ci sono poche regolamentazioni, quindi non ti preoccupare di queste cose: inizia a farle “a lato” della tua attuale attivita’ e vedi come funziona. Spero che ti sia utile come commento.

Scrivi il tuo commento, mi interessa!